stampa 3D e ricambi

Se mai ce ne fosse ancora bisogno, ecco una ulteriore conferma della novità che la stampa 3D rappresenta.

feroza

Il problema

Tutto passa, anche i particolari in plastica dell’auto. Quindi un bel giorno, alla povera “Feroza” (qui un link) si spacca il supporto del braccio del parasole.

Riflessione

Cercare un supporto di ricambio è nei fatti impossibile. In magazzino è meglio non chiedere (non sono garantite le buone maniere nel diniego…), gli sfasciacarrozze sono oramai in via di estinzione. Proseguendo nel peggio, potremmo anche cercare su Amazon o altri market-place. Ho scritto “nel peggio”: di questo ne parlerò in altro post.

Riflettendo potremmo pensare che oramai, pian piano tutto si rompe e che quindi conviene davvero rottamare la vettura. Certo non per un parasole, ma potrebbe essere un segnale…

Soluzione

Disegno e stampa 3D del particolare rotto.flavio Tempo di disegno e stampa: 4 ore. Pochi grammi di ABS, ed ecco pronto il ricambio!

IMG_0650

Ora sì che possiamo guidare anche quando c’è il sole!

 

 

Lo ripeto da anni: questa è la vera innovazione della stampa 3D!

supp_parasole_feroza.jpeg

 

Il disegno è stato realizzato dall’amico Flavio M., e successivamente stampato sulla Robox. Ora questo  nuovo supporto è in “giro” per le strade del Sudafrica! Mica paglia!

Halo OLO! Stampante 3D tascabile

Da OLO3D un progetto di stampante 3D in tecnologia SL, dalle dimensioni davvero ridotte. E questo è il sito: http://www.olo3d.net/.

Il prezzo poi è incredibile: meno di 100 USD.

Non l’ho provata, e non voglio dare giudizi ex-ante, ma qualche dubbio mi viene perchè in cosi’ poco spazio credo sia difficile mantenere la promessa di 32µm effettivi.

Provo a capire. Poniamo di utilizzare un Samsung S6 (un buon modello, non c’è che dire) il quale ha un rapporto di 570 PPI (Point Per Inch), quindi un pixel sarà grande

570 PPI / 25.4mm = 0.0445mm ovvero 44µm

Ora come sia possibile che con un spot-beam da 44µm si possano polimerizzare 32µm rimane alquanto misterioso e dal materiale disponibile non si capisce molto a riguardo.

Dopo le stampanti 3D di classe desktop ora le pocket printer: staremo a vedere…