Come svuotare un solido

Una delle tecniche tipiche della stampa in Stereolitografia (SL) è quella dell’hollowing. Ma non solo in Stereolitografia…

Ma cosa è l’hollowing? A cosa serve?

HOLLOWING

L’aggettivo “hollow” in inglese significa “cavo” o “incavato”. Potremmo anche dire “vuoto”.

Elettronica Pratica , 1974

Un oggetto diventa “hollow” se è stato scavato al suo interno, o per dirla con OpenSCAD, è stato sottratta una parte interna del suo volume.

A COSA SERVE

Fare l’hollowing o rendere vuoto un oggetto, serve per due scopi:

  • ridurre il materiale
  • ricavare spazio libero all’interno

Nel caso delle stampe in SL l’hollowing è praticamente d’obbligo visto il costo delle resine (quelle economiche sono a 200CHF/lt).

Ovviamente questa tecnica di svuotamento non va utilizzata per oggetti che devono resistere a particolari sforzi (compressione, taglio, ecc.). In questi casi infatti l’oggetto è bene che sia pieno o infill al 100%.

In altre situazioni lo spazio vuoto è una necessità estetica o funzionale, magari per inserire all’interno dell’oggetto un altra forma.

COME SVUOTARE

Per la funzione hollowing è possibile utilizzare diversi software CAE. In questo articolo vedreremo l’uso di MeshMixer di AutoDesk.

Il software è scaricabile all’indirizzo (URL) : www.meshmixer.com

COSA SVUOTARE

Creiamo un solido in Sketchup. Uno qualsiasi, magari con la forma di portafogli. In questo caso basta trascinare (drag) il portafogli in Italia et voilà, eccolo bell’e vuoto. Hollowed. Facile no?

Scherzi a parte ecco l’oggetto:

e una volta estruso diverrà:

ora salviamolo in STL e passiamo a Netfabb per la solita pulizia:

e una volta sistemato diverrà:

Ora salviamo l’oggetto aggiungendo la classica “_f” al nome,e proseguiamo.

Uso diMeshmixer

Una volta avviato MeshMixer bisogna importare il solido:

ed ora passiamo alla fase clou: l’hollowing: Control+A (per selezionare tutto), poi Edit e quindi Hollow:

quindi selezionare lo spessore adeguato (di solito per stampe in FDM vanno bene 2mm):

e concludere con “Accept”.

Ora il modello è stato modificato e basterà esportarlo nel formato STL e quindi importarlo nel CAM per realizzare la stampa 3D vuota all’interno.

CONCLUSIONE

I file STL non solo il tramite per passare dal CAD all’oggetto finale. Alcune elaborazioni possono essere eseguite direttamente su file STL senza dover riprendere il disegno sorgente (CAD).

É necessario utilizzare gli strumenti adeguati e un po’ di pazienza!

 

 

Leave a Reply