Come esportare STL da Skecthup

Skethup è un software CAD versatile, semplice e, nella versione base, gratuito.

Sono le migliori condizioni per iniziare a muoversi nel mondo del CAD 3D.

Skectchup è versatile perchè abbiamo a disposizione numerosissime risorse dalla comunità che supporta le

estensioni di questa applicazione. Queste funzioni, realizzate a appassionati del prodotto, ci consentono di risolvere diversi problemi che con l’uso di Sketchup incontreremo mano a mano.

Apro una piccola parentesi: ho scritto diappassionati che scrivono per questo prodotto, ma bisogna sempre ricordarsi di

disegno del coniglietto (Sketchup)

ricompensare l’autore di un plugin che magari ci “ha salvato la vita”. Usare a sbafo il lavoro degli altri è disonesto. Anche un franco può essere di aiuto a qualcuno per continuare ad arricchire la disponibilità del software (e non solo).

Per chi stampa in 3D, quindi Sketchup è un buon prodotto per cominciare, ma bisogna ricordarsi che la versione base, quella che si può scaricare qui, manca di una componente essenziale: l’export in STL.

Come noto il disegno in formato STL è la condizione per poter arrivare alla stampa 3D.

PLUGIN

Sketchup è scritto in RubyOnRail, un linguaggio relativamente recente che ha incontrato il favore di molti sviluppatori, anche nell’ambito web.

Di conseguenza, le estensioni del programma sono anch’esse scritte in RubyOnRail. Naturale quindi che le estensioni dei plugin sono rbz, dove la “z” finale indica un file compresso.

EXPORT STL

Per attivare l’export di Sketchup si dovrà scaricare questo file.

Quindi attivare Sketchup, andare alla voce di menu Windows/Preferences e cliccare sul pulsante di installazione. A questo punto ci verrà chiesto quale file caricare e non dovremo fare altro che puntare alla cartella “Download” o simili.

VERIFICA

La prova dell’installazione è semplice: caricate un file (skp) e poi andate alla voce File: troverete la scelta “Export STL“.Già questo punto indica che il plugin è attivo. Successivamente dovremo scegliere l’unità di misura e il formato del file (testo o binario).

Tutto qui.

E buona esportazione!

 

 

Salva

Salva

Al via i corsi: STAMPA 3D e ARDUINO

Anche in questa edizione d’autunno 2016, nell’ambito CPA del Ticino,  iniziano i corsi su nuove tecnologie, e oltre al consolidato “stampa 3D” si è aggiunto “progettazione con Arduino”.

STAMPA 3D

P1120508Questo settore è ormai in piena “effervescenza”: le novità si susseguono a pieno ritmo e oramai le stampanti 3D, si trovano quasi ad ogni angolo, e bisognerà far qualcosa per conviverci!

 

ARDUINO

Nei corsi CPA, Arduino è il nuovo arrivo. Anche questo corso è previsto per chi inizia da zero e non ha conoscenze di elettronica o programmazione. Unica dotazione: un pc portatile da usare in classe per i lab o esercizi.

ESERCIZI ARDUINO

Si tratta di semplici programmi per familiarizzare con Arduino. In Internet, come ovvio, c’è una enorme disponibilità di programmi, ma quelli proposti sono quelli che andremo a studiare.

 

ALTRE PROPOSTE

Personalmente ritengo che i questi corsi debbano soddisfare sia la curiosità e sia l’eventuale sbocco professionale. In quest’ultimo caso lo sforzo e tempo richiesti saranno maggiori, ma non troppo! Il caso del negozio di modellismo di Lodrino è emblematico.

Quindi, ben vengano richieste specifiche per affrontare i temi che piu’ vi interessano (stampa 3D, Arduino, ecc). Le vostre proposte verranno chieste alla prima lezione del corso stesso, ma se qualcuno avesse già qualcosa in mente lo puo’ scrivere a stampa3d@aol.com

 

IL COMPUTER

Sia per la stampa 3D e sia per Arduino, l’uso del pc è fondamentale. Un portatile, anche economico, va benissimo.

Se poi qualcuno volesse sperimentare l’extreme programming, potrebbe ricorrere con un amico o collega di corso ad usare lo stesso computer: si tratta del dual (o pair) programming. Una idea geniale! Per chi volesse approfondire consiglio qualche lettura di L. Williams (cfr. http://collaboration.csc.ncsu.edu/laurie/pair.html ).

 

SLIDE

Finalmente sono riuscito a mettere online le diapositive del corso. Sono in formato pdf, quindi leggibili da tutti i sistemi. Ringrazio sin d’ora per le segnalazioni di errori o miglioramenti.

DOVE E QUANDO

Stampa 3D – introduzione: a Lugano dal 12.09.2016

Arduino: a Bellinzona dal 20.09.2016

 

Quindi, carta, penna e calamaio e… si parte!

Salva